Come si somministra un rimedio omeopatico ad un animale d’affezione

 

Le preparazioni omeopatiche possono essere in granuli, globuli o gocce. I granuli (o i globuli) possono essere somministrati direttamente in bocca, ma l’animale può rifiutarli. È preferibile sciogliere la dose prescritta in poca acqua non gassata e non clorata e servirsi di una siringa senz’ago per spruzzarli in bocca, dopo aver agitato bene la soluzione. 

Anche le gocce possono essere somministrate direttamente in bocca con una siringa, dopo aver agitato bene, meglio se diluite in poca acqua (1-2 ml), per evitare che l’animale, soprattutto il gatto, sia infastidito dalla soluzione alcolica.

Non è necessaria la deglutizione, in quanto il rimedio agisce per contatto con le mucose della cavità orale.

Per i conigli, i piccoli roditori e i volatili è invece preferibile diluire le gocce direttamente nei beverini.

La dose, la frequenza e la durata delle somministrazioni saranno valutate caso per caso dal veterinario prescrittore.

 

Come si somministra un rimedio omeopatico ad un cavallo

 

Il rimedio omeopatico si può somministrare sciolto in 5 cc di acqua (non clorata e non gassata), in cavità orale, dopo aver bene agitato la soluzione, se il cavallo non gradisce l’ utilizzo della siringa, si possono applicare le gocce su uno zuccherino.

In alternativa si può miscelare il rimedio all’acqua di bevanda, a patto che non sia contenuta in un recipiente metallico.

 

Come si somministra un rimedio omeopatico ad un animale esotico

 

Le vie di somministrazione sono le stesse che si usano per cani o gatti. Si possono somministrare i rimedi omeopatici direttamente in bocca oppure diluendoli in acqua o qualche liquido appetibile per la specie in questione. Un'altra alternativa valida è quella di mescolarli con pochissimo alimento altamente appetibile. In ogni caso la via di somministrazione dovrebbe essere la meno invasiva e coercitiva possibile, per evitare che il momento terapeutico diventi un fonte di stress per il soggetto. 

 

 

Come si somministra un rimedio omeopatico ad un animale da reddito

 

Per quanto riguarda bovini, pecore, capre, maiali, il rimedio si può somministrare per bocca in soluzione acquosa o acqua di bevanda con le stesse modalità descritte per il cavallo oppure con uno spruzzino (di quelli utilizzati per aspergere acqua sulle piante) indirizzato sulle mucose orali e oculari.

Per quanto riguarda volatili da cortile e conigli è consigliabile utilizzare la soluzione in acqua di bevanda, facendo attenzione che i contenitori non siano metallici.

 

LA SOMMINISTRAZIONE

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now